La Nakim delle Nava Durgā di Bhaktapur

Du Shan

Abstract


La Nakim (“donna sposata”) della comunità Nava Durgā di Bhaktapur (Nepal) svolge attività sacre nel tempio. È l’unica figura femminile presente nelle comunità religiose hindu della società newar. Il suo ruolo, ereditario, contraddice le convenzioni sociali che vedono le quali le donne confinate ai ruoli domestici. Non c’è uno studio che la riguardi: le ricerche sulle Nava Durgā sono concentrate sulla danza e sulle maschere. Nell’articolo ho preso in esame i compiti principali della Nakim, le vie e i modi con i quali viene trasmesso il suo ruolo di generazione in generazione, le interdizioni e le questioni relative al rapporto con i concetti di purezza e impurità. La figura della Nakim comprende caratteristiche apparentemente opposte: la condizione subalterna cui è soggetta in quanto donna, e la condizione di leader della comunità. Tra i suoi ruoli, il più importante è di mediatrice tra sacro e profano, che è paragonabile a quello delle divinità vediche dell’hinduismo. Inoltre la sua figura, in quanto rispecchiamento inverso della figura divina di Nava Durgā (cioè delle nove manifestazioni irate della dea Durgā), è per la religiosità hindu la sostanziazione del femminile.

Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.2039-2281/9527

Copyright (c) 2019 Du Shan

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.

ISSN 2039-2281
Email: antropologiaeteatro@unibo.it
Registrazione presso il Tribunale di Bologna n. 8105 del 1 ottobre 2010

La rivista è gestita e mantenuta da ABIS-AlmaDL [privacy]