La nuova generazione di improvvisatori di chjam’è rispondi in Corsica. Rottura o continuità?

Giovanni Ragni

Abstract


Il chjam’è rispondi è una particolare prassi dialogica che si contraddistingue per essere cantata e improvvisata al tempo stesso da due o più improvvisatori. Dopo un declino vertiginoso in seguito alle due Guerre Mondiali, il chjam’è rispondi ha conosciuto un rinnovato interesse nel corso degli ultimi decenni. In special modo, un gruppo di giovani si è contraddistinto per aver approcciato la pratica in maniera del tutto inedita, provocando significative ripercussioni sulla stessa e rivitalizzandola al contempo. Spontaneità della creazione del canto o organizzazione dell’evento in momenti performativi? Apprendimento tecnico o “dono di natura”? Qual è il ruolo affidato alla lingua corsa? Sono solo alcuni dei nodi teorici e pratici con i quali gli improvvisatori devono confrontarsi e sui quali si scontrano interpretazioni differenti, in un dinamico riposizionamento dell’improvvisatore in seno alla società corsa contemporanea.


Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.2039-2281/7949

Copyright (c) 2018 Giovanni Ragni

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.

ISSN 2039-2281
Email: antropologiaeteatro@unibo.it
Registrazione presso il Tribunale di Bologna n. 8105 del 1 ottobre 2010

La rivista è gestita e mantenuta da ABIS-AlmaDL [privacy]