La densità di una transizione. Successione, divinazione e infanticidio nel Ghana nord-orientale

Gaetano Mangiameli

Abstract


Il processo che porta alla successione al ruolo di nakwe tu (anziano del villaggio) apre uno spazio di comprensione per un intero scenario di idee e pratiche presso i Kassena dell'Africa occidentale. Questo articolo, basato su un lavoro di campo nella regione nordorientale del Ghana, ha l'obiettivo di esplorare la densità di significati di tale transizione rituale, che è caratterizzata da principi apparentemente discordanti. Un caso esemplare relativo al chiefdom di Paga è qui preso in considerazione come punto di partenza al fine di avviare una strategia etnografica consistente nel seguire una serie di signifcative connessioni riscontrate sul terreno: dalle tattiche dei soggetti coinvolti nella successione all'esecuzione dei funerali finali, dal ricorso alla divinazione alla definizione instabile della realtà, dalla credenza in pericolosi nani invisibili ai drammatci resoconti degli infanticidi rituali.

Parole chiave


divinazione; antropologia; Ghana; Kassena; infanticidio;

Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.2039-2281/5429

Copyright (c) 2015 Gaetano Mangiameli

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.

ISSN 2039-2281
Email: antropologiaeteatro@unibo.it
Registrazione presso il Tribunale di Bologna n. 8105 del 1 ottobre 2010

La rivista è gestita e mantenuta da ABIS-AlmaDL [privacy]