Interferenze. Il progetto mald’è tra scena e video

Grazia D'Arienzo

Abstract


ABSTRACT- IT

Le operazioni di innesto tecnologico all’interno dell’evento performativo, così come i tentativi di inglobamento della scena nel video, sono negli ultimi anni al centro di attente disamine critiche sul fenomeno delle forme ibride e sull’interazione tra live e medializzato. All’interno del dibattito ancora in fieri su tali pratiche, il progetto preso in esame nell’articolo − mald’è − occupa senza dubbio una posizione singolare, ponendosi come tentativo di sintesi tra l’esperienza di attrice di Matilde De Feo e quella di filmaker e multimedia designer di Mario Savinio. Oggetto della mia analisi sono, in particolare, le dinamiche contaminative che caratterizzano una produzione audiovisiva (Non io) e uno spettacolo multimediale (Il principio di indeterminazione di Heisenberg) tesi rispettivamente alla rielaborazione in chiave “elettronica” di un testo beckettiano e all’integrazione organica tra la proiezione video e il teatro di parola di Dario Fo e Franca Rame.

 

ABSTRACT- EN

The operations of technology implementation within the theatrical performance, as well as the attempt of embedding the scene into video, have been core to the debate surrounding the hybrid forms phenomenon and the interaction between live and media-driven performances. Within the debate on these practices, the project taken under consideration in the article −  mald'è − has undoubtedly a peculiar feature as it tries to be a synthesis of the acting experience of Matilde de Feo with filmakers' and multimedia directors' Mario Savinio. Specifically, the main objects of my analysis are the contaminating dynamics of an audio-visual production (Non io) and a digital performance (Il principio di indeterminazione di Heisenberg) which aim, respectively, to the electronic remediation of a Beckettian drama and to the organic integration between the video projection and a monologue of Dario Fo and Franca Rame.


Parole chiave


D'Arienzo; Mald'è; Matilde De Feo; performance e multimedia

Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.2039-2281/4491

Copyright (c) 2014 Grazia D'Arienzo

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.

ISSN 2039-2281
Email: antropologiaeteatro@unibo.it
Registrazione presso il Tribunale di Bologna n. 8105 del 1 ottobre 2010

La rivista è gestita e mantenuta da ABIS-AlmaDL [privacy]