A glimpse of these forgotten arts. Metodologie di recupero del sapere marziale.

Sara Colciago

Abstract


Abstract – IT

La trattatistica marziale, pur nella sua natura di documento scritto, rappresenta il tentativo di archiviazione di un sapere performatico, comprensibile e trasmissibile in modo efficace solo attraverso la mediazione di un corpo umano che ne riattivi i contenuti, e li renda quindi disponibili alla fruizione in un tempo successivo a quello in cui il documento è stato redatto. Partendo da questi presupposti, basandosi sulle testimonianze dirette di studiosi e schermidori, questa ricerca verte sull'analisi del lavoro svolto negli ultimi anni intorno al MS I.33 (London Tower Fetchbuch) nel tentativo di recuperare le conoscenze relative alla scherma di spada e brocchiero di fine XIII secolo. Di particolare interesse risulta la comparazione fra i differenti approcci metodologici utilizzati da due distinti poli di studio (Sala d'Arme Achille Marozzo e ASD Septem Custodie) e la diversa natura dei testi d'arrivo prodotti al termine.

 

Abstract – EN

Even though Fechtbücher (combat manuals) are written documents, they represent the attempt to archive physical knowledge which can only be effectively understood and communicated by a human body reactivating its content, making it again available after the manual was written. Starting from that assumption, and building on direct evidence provided by researchers and fencers, this survey focuses on the analysis of the work conducted on MS I.33 (London Tower Fechtbuch) in an attempt to recover the knowledge of sword and buckler fencing in the late 13th century. Particular interest is raised by the comparison between the different approaches chosen by two research centers (Sala d'Arme Achille Marozzo and ASD Septem Custodie), which resulted in the production of two different texts.


Parole chiave


hema; scherma storica; I.33;

Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.2039-2281/4397

Copyright (c) 2014 Sara Colciago

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.

ISSN 2039-2281
Email: antropologiaeteatro@unibo.it
Registrazione presso il Tribunale di Bologna n. 8105 del 1 ottobre 2010

La rivista è gestita e mantenuta da ABIS-AlmaDL [privacy]